rubi-net-bagCon la sua collezione, Vitussi propone di “allontanarsi dal concetto tradizionale di borsa come porta oggetti. È la borsa stessa che diventa il fine ultimo del suo essere. Essa può anche portare delle cose ma è nata per essere portata, per diventare oggetto di attenzioni, di ammirazione, per essere una espressione artistica capace di suscitare emozioni”.

Per questa ragione le borse Vitussi sono destinate esclusivamente ad una “donna elegante ed ironica”, che non ha bisogno di essere riconosciuta per il marchio che indossa. “Una borsa Vitussi non aggiunge valore alla donna che la porta ma lo rivela. Un lusso che solo in poche possono permettersi.” Vitussi.

Nella collezione, si propone un nuovo materiale, ricavato dalla trasformazione delle pale di ficodindia, dalle quali viene estratta la retina di fibra legnosa che regge la pianta. Dopo averla pulita, sovrapposta, resinata e talvolta colorata, essa diventa uno dei principali materiali per la realizzazione delle borse, unico per la sua naturale eleganza, trasparenza e resistenza.

Al ficodindia, simbolo di una Sicilia dalla natura selvaggia e dalla tradizione antica, sono stati affiancati anche vari tipi di pelle dipinta e traforata a laser, insieme all’ottone, all’oro, al plexiglas e alla resina per costruire i manici.